Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'articolo sulla Privacy.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie secondo quanto indicato in tale articolo.

student 849825 1920

 

Nel corso della mia carriera lavorativa ho avuto modo di lavorare nel campo della selezione del personale.

La compilazione di un cv è un passo molto importante per avere un’opportunità lavorativa, per questo va compilato al meglio e aggiornato regolarmente.

Cosa è importante scrivere in un cv per ottenere un colloquio? Vi darò alcuni suggeriemnti utili per rendere professionale e accattivante il vostro Curriculum Vitae.

Innanzitutto scaricate la bozza del formato europeo (lo potete scaricare gratuitamente).

Il Cv è suddiviso in varie aree:

INFORMAZIONI PERSONALI

- foto: deve inquadrare solo il viso (una foto da fototessera va benissimo), e deve essere recente. Vi consiglio di metterla senza problemi in quanto non verrà valutata la vostra immagine ma semplicemente permetterà al selezionatore di “conoscervi” già una prima volta.

- indirizzo: va specificato se la residenza e il domicilio sono diversi. Fate presente se siete disposti a trasferimenti, se la sede di lavoro è diversa dalla vostra residenza o domicilio, e se siete disposti a fare trasferte di lavoro più o meno lunghe.

- indirizzo mail: se non l’avete createvi una mail su un provider noto e affidabile. Tenete conto che per esempio certi indirizzi necessitano a volte anche di ore prima di recapitare un messaggio (anziché qualche minuto). La cosa migliore è provare a mandarsi una mail di prova da un altro indirizzo. Scegliete un nome quanto più possibile vicino al vostro nome e cognome. Da evitare mail con nomignoli di qualsiasi tipo o troppo complicati. Es: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- contatti social: il contatto Facebook vi consiglio di non inserirlo a meno che il lavoro ricercato non sia strettamente legato al mondo social. Diversamente vi consiglio di inserire il profilo Linkedin. Linkedin è un social per la ricerca e l’offerta di lavoro. I reclutatori cercano spesso su questa piattaforma profili che possano rispondere alle loro ricerche. Quindi se non lo avete, createlo e spendete del tempo nella compilazione completa ed esaustiva del vostro profilo. L’eventuale contatto Skype vi verrà chiesto in caso si debba fare un primo colloquio conoscitivo a distanza.

- occupazione per la quale si concorre: io consiglio di non inserire la parte di occupazione desiderata. Se inviate il cv in modo spontaneo o rispondendo ad un annuncio di lavoro, saranno i valutatori a stabilire, in base alle posizioni ricercate, se avete le competenze e conoscenze necessarie per qualche ruolo. Potrebbe essere che ci sia una ricerca aperta ma che non sia pubblicata nè sul sito dell’azienda nè su altri canali. Se indicate l’occupazione desiderata potreste giocarvi altre possibilità di lavoro.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

- lavoro: va inserito dal più recente al più vecchio. Se avete più esperienze molto brevi, come ad esempio lavori estivi, raggruppateli in modo da rendere più snello e leggibile il cv.

- competenze: se pensate di aver acquisito delle particolari competenze durante qualche lavoro, inseritele alla fine di ogni esperienza lavorativa.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

- istruzione: le cose cambiano se avete esperienze lavorative rilevanti o meno. Se le avete, riducete le informazioni relative all’istruzione, inserendo solo data, luogo e valutazione. Partendo dalle superiori fino alla laurea, master (se l’avete conseguita). Se non avete esperienza professionali rilevanti  potete soffermarvi magari sulle materie affrontate e parlare brevemente dell'argomento della vostra tesina (superiori) o tesi (laurea).

- formazione: inserite qualsiasi corso formativo o di aggiornamento che avete fatto. Includete anche i corsi sulla sicurezza, primo soccorso con relativi aggiornamenti, se previsti.

COMPETENZE PERSONALI

- competenze linguistiche: indicate il livello conseguito (comprensione, parlato, scritto). Durante il colloquio verrà verificata l’effettiva conoscenza della lingua corrispondente all’indicazione. Se è una autovalutazione basata sulle indicazioni di conoscenza della lingua, cercate di valutare sinceramente la vostra condizione. Se avete conseguito il titolo con un corso mettete gli attestati, in questo caso sarà fin da subito palese al valutatore la veridicità del livello conseguito.

- competenze comunicative: inserire sempre le competenze che pensate di aver conseguito in ambito lavorativo o personale

- competenze digitali o informatiche

- patente di guida, scrivete sempre se siete automuniti.

Se avete degli attestati linguistici, rilasciati dopo aver seguito dei corsi di lingua, è bene scriverlo nel curriculum indicandone la durata.

 

Buon lavoro!

Carlotta

Da Instagram